Riflessioni post-Natalizie

Home Forum Superare gli errori del passato Riflessioni post-Natalizie

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da espa espa 3 mesi, 1 settimana fa.

  • Autore
    Articoli
  • #664
    MauroTognoli
    MauroTognoli
    Partecipante

    Dopo 1 lungo periodo di riflessione e dopo le vacanze natalizie, ho deciso di entrare in maniera attiva nel movimento (non 5 stelle, ovviamente) con mia riflessione.
    Credo che dopo quasi 2 anni dalle elezioni non abbiamo ancora capito quali sono i veri motivi della sconfitta, sappiamo benissimo che Liberi e Uguali è nato dalla scissione operata dai delusi del PD come me quindi sono convinto che Una delle motivazioni principali della sconfitta sia il fatto che siamo stati visti come Una riedizione in piccolo del Pd stesso, tale visione Secondo me è dovuta al fatto che abbiamo accettato per troppo tempo supinamente le decisioni dei renziani, le reazioni all’eliminazione dell’articolo 18 sono state a dir poco tiepide, la scissione è arrivata con almeno 2 anni di ritardo ed è stata sbagliata nei tempi, sarebbe dovuta seguire alla rielezione di RENZI nel congresso e non anticiparla come è accaduto.
    E poi si è chiaramente sbagliata l’impostazione della campagna elettorale, tenuta su Un livello intellettuale troppo alto, invece del livellò che io definisco del “pane quotidiano”, soprattutto dopo gli incidenti di Pesaro ci siamo fatti trasportare sul terreno dell’antifascismo e degli alti ideali, invece di concentrarci sulle problematiche quotidiane della popolazione, lavoro, tasse troppo alte, burocrazia e paure motivate o no che fossero e che abbiamo sottovalutato allontanandoci dagli elettori.

  • #666
    Francesco
    Francesco
    Partecipante

    Io penso che parte del problema è stato non riconoscere che occorreva proporre persone nuove, non associabili alla storia del PD. Persone come D’Alema e Bersani hanno sicuramente ancora qualcosa da dare e da dire, ma sono inevitabilmente riconosciuti come elementi della ex-leadership del PD. Se l’obiettivo fosse stato quello di differenziarsi dal PD, allora chi faceva parte del passato avrebbe dovuto fare un passo indietro e lasciare più spazio a persone nuove per volti, linguaggio ed idee.
    Invece così non è stato, e Liberi e Uguali è stato percepito da gran parte dell’elettorato come il partito per dare una poltrona per chi non ne trovava nel PD renziano. E così è stato, salvo qualcuno che la clamorosa debàcle elettorale della Sinistra ha lasciato fuori.

    • #667
      espa
      espa
      Partecipante

      parole “sante”, quelle di Francesco, se mi fosse stato possibile mi sarei limitato ad apporre un “mi piace” non e’ possibile e allora colgo l’occasione per aggiungere una ulteriore riflessione: come mai un errore cosi’ grossolano? e anche, e’ stato errore o scelta politica imposta a Pietro Grasso da D’alema e Bersani? aggiungerei anche che alcuni come me allora (sto parlando col senno del poi) sono rimasti sorpresi e tramortiti dalla sonora scoppola…l’importante e’ che si sia squarciato il velo e si veda la cruda realta’ che abbiamo di fronte, anche se la battaglia e’ lontana dall’essere conclusa, e’ in pieno corso tutt’ora la lotta sulla natura dell’opposizione di domani in Italia…se continuare con il vecchio stantio centrosinistra (riverniciato modificato e magari rinominato) oppure se dare un taglio definitivo al passato e lanciarsi nel futuro di una sinistra unitaria….noi la scelta l’abbiamo fatta, speriamo di riuscire a svilupparla e farla affermare.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.